Sempre a proposito del fatto che nel 2012 qualcuno ha stabilito che è il momento di guardarsi indietro, e di commentare “sto meglio adesso”

Qualche motivo per parlare bene di “Hanno ucciso l’uomo ragno” lo avrei anche, ma non intendo farlo per rispetto nei confronti del me stesso sedicenne che nel 1992, in pieno trip da scoperta degli artisti cruciali, Pezzali e Repetto li schifava a priori. Mi limiterò a sottolineare la lungimiranza con cui, insieme all’amico G., liquidammo il debutto degli 883 al minuto due di “Non me la menare” , dopo averlo visto in vetrina della Galleria Musicale di Corso Roma e fatto mettere su dal commesso (c’erano dei fumetti in copertina, G. era fan dell’Uomo Ragno, quello vero, ecco il perché della curiosità: da un paio d’anni non ascoltavo più Radio Deejay, altrimenti avrei saputo). Che merda, non se li filerà nessuno, 883 è il numero di copie che venderanno.

La stessa lungimiranza che un anno dopo, in vacanza-studio nell’Inghilterra fanatica dei Take That, ci fece affermare: questa roba in Italia non attecchirà mai.

(Lo spunto viene da qui)

About these ads

Un pensiero su “Sempre a proposito del fatto che nel 2012 qualcuno ha stabilito che è il momento di guardarsi indietro, e di commentare “sto meglio adesso”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...