Wire – Revivalismo 2-0

dal nostro inviato Bruno Longhi

Rotonda vittoria dei britannici sul Revivalismo, laddove una battuta d’arresto  avrebbe rischiato di compromettere la corsa dei quattro verso il titolo di Cinquantenni più Ganzi del momento: i timori del prepartita, che paventavano la riscossa del postpunk d’accatto che tanto piace ai giovani, sono stati cancellati da una prestazione fatta di concretezza e gestione della partita nei momenti più difficili. Unico neo i pochi gol segnati a fronte di una mole di gioco notevole. Da segnalare l’ottima intesa Newman / Fiedler sul fronte chitarristico, con suoni che presi di per sé sfiorerebbero il ribrezzo (il chorus continuo di Newman non si può sentire) ma che nell’impasto sonoro complessivo fanno un figurone. Non solidissima ma esperta e lucida la coppia difensiva Lewis/Grey. Ma veniamo alle pagelle.

Robert Grey aka Gotobed: dimentichi un attimo che è grigio e pelato, e in controluce ti sembra di vedere lo stesso spaventapasseri di Wire on the Box. Sopperisce al calo fisico con carisma, esperienza e senso della posizione.

Margaret Fiedler: non fa rimpiangere Bruce Gilbert, e se non è abbastanza questo ditemi voi.

Colin Newman (foto): a cinquant’anni vorrei essere così, magari con un filo di pancia in meno. C’è dentro fino al midollo e basta vedere come si agita e con quale entusiasmo cerca e ottiene l’1-0 per capire che il Revivalismo ha le ore contate.

Graham Lewis (foto): Newman sarà anche il centravanti, ma il vero cervello della squadra è lui. Sprizza carisma da tutti i pori, tiene in piedi il gruppo con frequenze ultrabasse titaniche e con la voce, quella voce anzi quel vocione, si toglie lo sfizio di segnare il 2-0 a inizio secondo tempo e sfodera una prestazione maiuscola, tanto che gli si perdona anche l’errore venale di sbagliare come un novellino il ritornello di “One of Us”.

Nel complesso la notizia più confortante è che gli Wire sono saliti sul palco a suonare quello che fanno adesso, con poche concessioni al passato e quasi nessuna strizzata d’occhio ai sostenitori del Revival.

Annunci

4 pensieri riguardo “Wire – Revivalismo 2-0

  1. Superbi! Magnifici! È scontato e noioso dire che spaccano il culo all 99% dei gruppi attualmente in circolazione. Ma lo dico lo stesso.

  2. 😀 lucida analisi, direi. grazie dei link alle mie foto! aggiungerei che si è trattata di una prestazione in crescendo, alla fine spaccavano più che all’inizio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...