Le foto ai concerti mi vengono male

Il NoFest ha parecchi pregi: 1) c’è tanta gente 2) c’è tanta gente che conosco, e inevitabilmente finisco per dedicare più tempo alle chiacchiere che ai concerti 3) ci sono tanti concerti 4) non è il MiAmi 5) i concerti non sono tutti “dello stesso genere” o “della stessa scena” 6) l’organizzazione è impeccabile, i ritardi quasi inesistenti e le scalette sempre rispettate 7) i panini (salamella, hamburger, salsiccia) sono ottimi. Al momento non mi viene in mente altro ma di sicuro la lista potrebbe proseguire.

Ho sentito suonare soltanto i Morkobot (ottimi, hanno dato tutto in un set breve), Johnny Mox (che mi ha fatto rimangiare molte delle mie critiche sull’uso della Loopstation – poi ce lo siamo anche detti, che il guaio è la poltiglia psichedelica che ci vogliono fare ingoiare, non tanto il mezzo-loopstation con cui ce la propinano) e Dj Minaccia feat. Zagor Camillas alias “Istituto Luce“, tastiere piccole per suoni GRANDI, sembravano gli Ash Ra Tempel degli esordi.

Nella foto: l’Autogrill Rondissone, quando al ritorno ci siamo fermati per la pausa-siga di Andrea.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...